Contattaci

Alito cattivo anche dopo aver lavato i denti
Vediamo il perché

Orsini Medical Srl

Se l’alito cattivo permane anche dopo aver lavato i denti siamo di fronte al segnale che indica l'alitosi, che è una condizione in cui l'aria espirata dalla bocca ha un odore sgradevole. Questa condizione può essere temporanea o persistente e può avere un impatto significativo sulla qualità della vita delle persone, poiché può portare disagio sociale e bassa autostima.

Le cause principali che possono portare all’alitosi


Le cause dell’alitosi possono essere diverse dalla scarsa igiene orale (la causa più comune) ad altre problematiche di natura diversa. La mancanza di spazzolatura regolare dei denti, l'uso insufficiente del filo interdentale e la scarsa pulizia della lingua possono portare alla proliferazione di batteri nella bocca che causano l'odore sgradevole.

Le Carie, infezioni gengivali (gengiviti o parodontiti) e altre malattie dentali possono provocare l'alitosi. Questi problemi consentono ai batteri di moltiplicarsi e rilasciare sostanze chimiche che producono cattivi odori.

Alcuni cibi particolarmente odorosi, come l'aglio o la cipolla, possono causare l'alitosi temporanea. Inoltre, diete povere o disordinate possono portare a una maggiore produzione di gas intestinali che contribuiscono all'alito cattivo.

Fumare e bere alcolici possono causare l'alitosi, in quanto influenzano negativamente la salute delle gengive e della bocca, oltre a contribuire a odori sgradevoli.
Anche la secchezza della bocca può essere un motivo, la saliva svolge un ruolo importante nel detergere la bocca e ridurre la crescita batterica. La secchezza della bocca (xerostomia) può verificarsi per vari motivi, come l'uso di alcuni farmaci, respirare attraverso la bocca o condizioni mediche specifiche, e può causare l'alitosi.




L'alitosi può essere associata a diverse malattie e condizioni mediche, come infezioni del tratto respiratorio superiore: Infezioni come sinusite, tonsillite, faringite e bronchite possono provocare alitosi temporanea a causa dell'aumento della produzione di muco e della presenza di batteri patogeni nel tratto respiratorio.

Infezioni del tratto gastrointestinale: alcune infezioni dello stomaco e dell'intestino possono causare alitosi a causa dei gas prodotti dai batteri nell'apparato digestivo.
Reflusso gastroesofageo (GERD): Il reflusso acido dallo stomaco nell'esofago può causare l'alitosi a causa dell'odore acido.

Malattie epatiche: alcune malattie del fegato possono causare alitosi a causa del loro effetto sulla funzione del fegato e sulla produzione di sostanze chimiche nell'apparato digestivo.
Alcune persone con diabete possono avere un alito cattivo, in particolare se il diabete non è ben controllato.

Tonsilloliti: sono aggregati di calcio e batteri presenti nelle cripte delle tonsille. Possono causare alitosi a causa dell'odore sgradevole del prodotto dai batteri.

Problemi di digestione: possono portare a gas intestinali e alitosi correlata.

Come accennato precedentemente, l'alitosi può anche essere causata da abitudini e stili di vita, come il fumo, l'abuso di alcol, una dieta poco salutare o il consumo di cibi particolarmente odorosi. Se si ha l'alitosi persistente o si sospetta che possa essere associata a una malattia sottostante, è essenziale consultare un dentista o un medico per una valutazione accurata e un appropriato piano di trattamento.

Come prevenire l’alitosi


Per prevenire l'alitosi o ridurne la gravità, si raccomanda una buona igiene orale, che includa spazzolatura regolare dei denti e della lingua, l'uso del filo interdentale, il risciacquo con collutorio e visite regolari dal dentista per una pulizia approfondita e la diagnosi precoce di problemi dentali. Inoltre, mantenere uno stile di vita sano.

Cosa dicono i nostri clienti

Vuoi un preventivo o informazioni ?

Siamo a tua disposizione per ogni chiarimento o supporto, puoi chiamarci telefonicamente o contattarci tramite whatsapp cliccando i bottoni

+390652833951 WhatsApp

oppure inviarci la tua richiesta compilando il modulo con i tuoi dati

Riempi il modulo per inviarci una mail

     


Formula di acquisizione del consenso dell'interessato
Informativa Privacy Modulo ex art. 13 Reg. (UE) 2016/679
Informativa Privacy Newsletter ex art. 13 Reg. (UE) 2016/679
L'interessato acquisite le informazioni dal Titolare, presta il consenso per le finalità sotto riportate.

I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.